RSS Feed

Al Caffè sfogliando un giornale. SETTE del Corriere, raccontato dal direttore

Giornali e Mobili, sembrano c’entrare poco l’uno con l’altro, a parte il fatto che fisicamente i giornali possano o meno “entrare” in un mobile.

Ci si fa poco caso, ma i mobili entrano molto più spesso nei giornali di quanto non sembri; tra pubblicità,redazionali, pubbliredazionali, articoli di varia natura , nelle rubriche di design, costume, architettura, eventi…

Il contenitore mercoledi 24 ottobre non è stato PIANCA e nemmeno il settimanale SETTE del Corriere della Sera, entrambi ci siamo trovati ospiti all’interno della magnifica cornice del Caffè Pedrocchi a Padova.

 rcs sette pedrocchi scale

rcs sette pedrocchi entrata

Un contesto ideale per lo scambio di idee, opinioni e suggerimenti, perchè questo è proprio l’intento di questa serie di eventi, in giro per l’Italia, voluti e promossi dal nuovo direttore di SETTE, Pier Luigi Vercesi:

rcs sette pedrocchi meeting

…I primi giornali sono nati, spesso, proprio nei caffè, data la naturale vocazione del caffè all’incontro, al suo essere cappello per la conversazione e, quindi, per la circolazione delle idee…

dice lo stesso direttore, chiacchierando, prima di cominciare la presentazione ufficiale, introdotta da Giancarlo Rota di RCS pubblicità

rcs sette pedrocchi pier luigi vercesi

E lo ha ripetuto anche a principio del discorso per poi arrivare a quello che era il motivo stesso per cui lui in prima persona si trovava lì

… E’ fondamentale, dopo essere entrati in una nuova realtà, e aver lavorato sodo, recepire il feedback sul lavoro svolto…

Ha preso le mosse dalle tecnologie e dalle nuove abitudini da esse scaturite, considerandole le cause e gli strumenti al contempo di un rinnovamento necessario, così nell’editoria, come in tutti gli altri ambiti, informativi e merceologici

E mai avremmo potuto sentirci più concordi, dando un occhio anche superficiale al mondo del mobile e dell’arredamento di design. 

Ci ha visto in totale accordo quando ha fatto appello al passato ed alla tradizione del giornale cartaceo (senza cedere alle sirene di internet ad ogni costo, come annunciato di recente dal magazine Newsweek) come chiave per la rifondazione, sostenendo un concetto, se si vuole un po’ conservativo, ma in parte contro corrente.
Sembra di sentire le parole di Enrico Pianca

 I mobili sono l’unica cosa che sappiamo fare davvero e li dobbiamo creare perfetti, devono avere un’anima e un’identità.

Parole che hanno una certa età, ma risultano ancora attualissime, oltre che una rotta ben tracciata da seguire; solo operando al massimo delle proprie possibilità, garantendo qualità e affidabilità, ci sarà sempre un mercato, anche in un contesto, come quello attuale, caratterizzato da una competizione feroce.

A seguire è stata una descrizione dell’evoluzione del giornale, doverosa e didascalica, ma forse poco interessante da riportare, eccezion fatta, forse, per alcune cose che hanno colpito l’attenzione anche dei presenti:

Lo spostamento del giorno di uscita di SETTE da un giorno all’altro della settimana, andato volontariamente a sovrapporsi con la concorrenza diretta di un settimanale allegato ad un famoso quotidiano di un’altra testata; una scelta che, in un panorama di crollo dei lettori generalizzato, può apparire come folle e scriteriata, ma che dimostra coraggio e una spiccata strategia d’attacco alla concorrenza. Mostra come un’azienda come dovrebbe essere.

Infine un argomento più leggero, quale la scelta di portare avanti l’utilizzo esclusivo di carta uso mano riciclata. La sostenibilità e l’attenzione come importanti paletti anche se portano aumenti di costi e benefici non proprio tangibili. Pianca in questo ambito ha cominciato un percorso e non può che sentirsi partecipe di tali sforzi.

Spazio alle domande, curiosità e suggerimenti degli invitati, sempre con l’occhio alla lancetta per che nella sala egizia faceva capolino il buffet.

rcs sette pedrocchi buffet sala egizia

Si sa, questi eventi servono anche a questo… ottimo zabaione davvero!

Invidiosi?

 

Lascia un Commento

(required)

Responses to “Al Caffè sfogliando un giornale. SETTE del Corriere, raccontato dal direttore”

  1. The elderly, pets, and small children are also more at
    risk than a normal healthy adult person would be. The power that comes
    from that, internally, is tremendous. Look for broken wood boards
    at the seat and back rest.

  2. https://twitter.com/sky_fairy gennaio 7th, 2015 - %H:%M

    I enjoy what you gugs are usually up too. Such clever work and coverage!
    Keep up the amazing works guys I’ve incorporated you guys to our blogroll.

  3. Thanks , I’ve just been looking for info about this subject for a
    while and yours is the greatest I have found out till now.

    But, what about the conclusion? Are you sure about the source?

  4. HEAR THIS: Create ‘Human’ Voice-Overs in just 3 clicks!. Don’t take our word for it, hear a free demo now. Send a reply to this email: katesepage@gmail.com

Trackbacks