RSS Feed

2014: Pianca e il mondo secondo Medici Senza Frontiere

SHARE

Un paio di giorni fa ci è giunta una mail, e recitava così:

Il nostro regalo di Natale quest’anno da’ vita a molte vite.

Medici Senza Frontiere (MSF) è l’unica organizzazione che offre assistenza sanitaria materno-infantile nella regione di Masisi, nella Repubblica Democratica del Congo
Quest’anno grazie al sostegno dei donatori, MSF ha fatto nascere in modo sicuro oltre 3.500 bambini. 
Ogni giorno Medici Senza Frontiere è impegnata a salvare vite umane: assistere una mamma significa prendersi cura anche del suo bambino.

Anche grazie al sostegno della Pianca Spa, nel 2014 gli operatori umanitari di MSF continueranno ad assicurare a queste madri e ai loro bambini il diritto ad un parto sicuro. 
Da parte nostra e di Medici Senza Frontiere i migliori auguri di buone feste.

Nel frattempo le rinnovo i miei più sentiti ringraziamenti per la vostra donazione con la promessa di utilizzare il vostro contributo con la serietà e l’impegno che ci contraddistingue.

Per l’occasione auguro a Lei e alla Pianca tutta le migliori festività.

Un caro saluto

repubblica democratica congo

 Mail del genere solitamente hanno, almeno sul sottoscritto, 2 effetti immediati:

Il primo, può farci sentire delle belle persone, possiamo compiacerci di aver fatto il proprio dovere anche se non era letteralmente un dovere, permetterci di sentirci leggeri e con la coscienza apposto. 

Detto così può sembrare negativo ed invece, al contrario, se si è consci della relatività della buona azione compiuta, resta una bella sensazione. Ed una buona azione.

Il secondo effetto, a smorzare un po’ il primo, come un retrogusto amaro, è quello di ricordarci che la vita, quella che nei limiti ci si è scelti come la migliore possibile, è solo una vita, su più di 7 miliardi di vite; per quanto si possa avere un  vasto giro di conoscenze tra parenti, amici, colleghi, fornitori, clienti, etc… e per questo magari sentirsi al centro di certo un mondo, beh, nei numeri resta pur sempre un mondo tra 7 miliardi di mondi possibili.

Una stima che ci rende improvvisamente molto piccoli e limitati.

Dalla nostra condizione di privilegio, dal nostro mondo confortevole, conoscere tutti gli altri mondi (non altrettanto privilegiati) è alquanto difficile, ci si può illudere di farlo, ma non vorremmo scadere nel pietismo di coloro i quali affermano di comprenderli e di sapere cosa significa “essere in loro”.

Quando però qualcuno, come in questo caso Medici Senza Frontiere, diventa un tramite tra il nostro mondo e questi altri, riportandoci condizioni, cronache, avvenimenti, stime e numeri quasi da inventario, in quel momento possiamo toglierci un po’ dell’ amaro in bocca dovuto al senso di impotenza e decidere di partecipare ad un progetto.

Umanitario, ma innanzi tutto di conoscenza.

In ultima analisi, cambiare il mondo di tutti è cosa estremamente ardua ed è alla portata solo di persone estremamente influenti;

optare di rinunciare ad un regalo natalizio per destinare una somma in denaro ad un’ azione concreta, non si può nemmeno considerare un sacrificio e non cambia certo di molto il nostro mondo;  

Eleva però la nostra conoscenza degli altri e contribuisce al miglioramento di qualcuno tra quei 7 miliardi di mondi lì fuori;

Buon Natale e  inizio 2014.

SHARE

Lascia un Commento

(required)

Responses to “2014: Pianca e il mondo secondo Medici Senza Frontiere”

  1. Franco brandimarte aprile 22nd, 2014 - %H:%M

    Ho comprato un armadio, pianca, sabato scorso, sono un medico, ed ora che leggo a proposito dell’impegno di pianca a medici senza frontiere… il mio armadio mi sembra ancora più bello.
    Ps. Speriamo arrivi presto!

Trackbacks